Riccardo-Errani-en

errani

D: Riccardo, come mai nel 1986 scegliesti proprio di correre con la Delta nei rally in giro per l’Italia e non un’altra vettura?
R: Perché avevo usato fino a quel momento la A112 Abarth del gruppo Fiat e quindi era logico puntare a passare ad una vettura più importante dello stesso gruppo.

D: Qual’è la tua gara più bella disputata con la Mitica Lancia Delta e perchè?
R: Dal Montecarlo 87 mio debutto con la Delta 4WD che ricordo con affetto, fino alla delta GrA evo 3 sono state tante le gare importanti per me, come ad esempio il rally di Montecarlo del 93 prima esperienza in Gr A assieme a Stefano Casadio che ci portò al diciottesimo posto assoluto quando era ancora il Montecarlo degli oltre 100 iscritti e dell’ultima notte del Turinì.

D: Quando gareggiavi a tempo pieno con la Deltona alle gare all’estero, il pubblico, la gente straniera l’apprezzava? Cosa dicevano gli appassionati che vedevano una vettura insolita correre nei loro rally locali?
R: All’estero il fascino della Delta è sempre stato elevatissimo e ben presto anche nelle nazioni da noi frequentate come Mitropa Cup il binomio Errani-Lancia era diventato un classico.

D: Come hai conosciuto il tuo inseparabile co-pilota Stefano Casadio? E’ fondamentale per le tue gare e per i tuoi programmi?
R: Stefano Casadio l’ho conosciuto attraverso la sua attività di giornalista televisivo, è partito subito un rapporto importante come amicizia e professionalmente, ed ancora oggi dividiamo programmi ed abitacolo.

D: La tua Factory, L’ERRANI TEAM è conosciuta a livello internazionale. Come è strutturata? Chi ci lavora al suo interno? Quali sono gli scopi oltre seguire il tuo programma personale?
R: L’Errani Team quest’anno festeggia il ventennale della sua fondazione come società e come squadra corse, attraversa un periodo di profondo rinnovamento e continua a seguire prevalentemente la mia attività agonistica.

D: Nel 2006 hai “creato” l’attualissima Lancia Delta ERRE20 in occasione dei 20 anni di Lancia nelle corse rallystiche, cosa ti ha spinto ad investire su questo insolito progetto?
R: Il mio amore per la Lancia, la voglia di rinverdirne il fascino e il prestigio con un progetto tutto personale che non aveva la pretesa di rinnovarne i fasti, ma che in realtà si è presto tradotto in un disegno vincente.

D: E’ vero che oltre alle ERRE20 in configurazione PROTO, che si avvicina davvero alle attuali e recentissime WRC che corrono nel Mondiale Rally hai creato quelle per le Gare di Drifting, quelle a trazione anteriore, quelle a trazione posteriore, quelle Cabrio, la Iride-Limousine ed addirittura stai allestendo anche una per la Prossima Parigi-Dakar con motorizzazione 5.000 Diesel?
R: Si è tutto vero, abbiamo parecchie versioni di ERRE20, da quelle prettamente agonistiche a quelle solo per esibizione o mostre statiche, è in cantiere il progetto ERRE20/Dakar.

D: Con l’esperienza acquisita oggi sui campi di gara, se si potesse tornare indietro nei mitici anni ’80/’90, cosa avresti fatto in più e cosa non avresti fatto proprio?
R: Normalmente non torno ad esaminare il passato anche perché sono soddisfatto di quello che come pilota e come manager con l’aiuto di tutti i miei collaboratori sono riuscito a fare.

D: Cosa pensi dei Rally Moderni, dei regolamenti in genere, spesso assurdi e della Tipologia dei Rally Ronde?
R: Per i Rally Ronde sono assolutametnte d’accordo sulla tipologia della gara che riduce i costi permette alla gente di seguire in maniera più comoda lo svolgimento ed i passaggi della gara da parte dei propri beniamini. Per i regolamenti bisogna considerare i cambiamenti tecnici legati soprattutto agli aspetti economici della specialità.

D: Riccardo, quali sono i tuoi progetti agonistici nel 2009? Correrai sempre con la Mitica “Deltona”?
R: Nel 2009 continueremo ad essere presenti nel Mondiale Produzione, proseguirò l’attività legata al Drifting con una Ford Mustang GT, parteciperò a diverse Rally Ronde pur continuando anche nell’attività promozionale e sociale iniziata ormai tre anni fa.

Inviato da Antonio Arcese il 31/3/2009 15:20:00

©Deltona.it credits to Antonio Arcese 2019

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account